giovedì 17 dicembre 2015

Ampelmann

Appena arrivati a Berlino è impossibile non notare nelle lanterne semaforiche della città un simpatico omino con il cappello che indica lo stop ed il via libera ad attraversare la strada.
Non è un disegno qualunque ma uno dei simboli di Berlino, una nota artistica dalla storia suggestiva.

Ampelmann, letteralmente l'omino del semaforo, è stato disegnato nel 1961 da Karl Peglau, designer e psicologo della Berlino Est.
La commissione del traffico di Berlino Est aveva commissionato a Penglau la realizzazione di una segnaletica più chiara e comprensibile anche alle persone affette da daltonismo per ridurre il numero, all'epoca altissimo, di incidenti stradali.

Il risultato fu un simpatico omino con il cappello e il cappotto disegnato in una duplice versione: per lo "stop" pensò ad un omino rosso, in piedi, con lo sguardo rivolto frontalmente e braccia molto spesse allargate, a simboleggiare una barricata; per il "via libera" orientò l'omino lateralmente, colorandolo di verde, con un braccio rivolto in avanti e gambe divaricate nella posizione del passo.


Nell'idea originaria il designer l'aveva immaginato rivolto verso destra ma la commissione - per note ragioni ideologiche - lo cambió rivolgendo lo sguardo di Ampelmann verso sinistra.

Il primo semaforo con l'Ampelmann fu istallato nel 1969, riscuotendo subito grande successo.


In seguito all'unificazione tedesca, si tentó di unificare i segnali stradali alle forme tedesco-occidentali, togliendo quindi gli Ampelmann.
Molti cittadini protestarono e, grazie ad un'ordinanza, gli Ampelmann furono preservati ed oggi costituiscono sicuramente la maggioranza dei semafori in città.
il disegnatore grafico Markus Heckhausen a dare massima popolarità all'Ampelmann
in quanto ebbe l'intuizione di trasformare le vecchie luci dismesse in lampade domestiche.

Il prodotto ebbe un grandissimo successo tanto che Heckhausen negli anni seguenti decise di ampliare la gamma di prodotti vendendo magliette, borse, caramelle gommose e oggettistica varia a tema

Comprare un oggetto che raffiguri un Ampelmann dopo una visita alla città è un vero must ed oggi esistono numerosi negozi a Berlino dove è possibile comprare i simpatici gadget.

http://ampelmann.de/

Nessun commento:

Posta un commento

Subscribe

È un'illusione che le foto si facciano con la macchina.... si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. - Henri Cartier-Bresson -

Co-Hive

LIONS HOME

Instagram

Instagram