venerdì 6 febbraio 2015

Il suono del pizzo

Zsanett Szirmay e Bálint Tárkány-Kovács - textile designer lei e musicista e compositare lui, entrambi ungheresi — hanno realizzato Soundweaving, un’installazione che “suona”, letteralmente, i pattern di alcuni ricami tradizionali della loro terra.

Al centro del progetto Soundweaving c'è il tradizionale modello di punto croce utilizzato nel ricamo popolare ungherese trasformato in suono da un lettore musicale. Nelle mani di Zsanett e Bàlint camicie ricamate e cuscini della Transilvania diventano spartiti.


I disegni da ricamo a mano vengono trasformati in pezzi tagliati a laser, in una fusione perfetta di epoche che supera i confini fra tradizione ed innovazione. Un'alchimia sottile che esalta il valore del lavoro artigiano e le nuove tecnologie. 

L'aspetto grafico della musica ottiene un ruolo importante nello sviluppo dei brani quasi a dare voce a chi tempo addietro aveva tessuto quella tela.


Nessun commento:

Posta un commento

Subscribe

È un'illusione che le foto si facciano con la macchina.... si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. - Henri Cartier-Bresson -

Co-Hive

LIONS HOME

Instagram

Instagram