giovedì 23 gennaio 2014

Kairòs Gioielli

“Alla natura si comanda solo ubbidendole.” 
Francis Bacon 

Lo sa bene Martina, che della Natura ha fatto la sua Musa ispiratrice. 
Un legame cresciuto nel tempo, consolidato durante gli studi universitari in biologia, alimentato giorno dopo giorno da una passione incessante. 

Martina osserva la Natura in ogni sua sfaccettatura e si lascia completamente assorbire dalla perfezione delle forme e dal fascino dei colori tanto da diventare conduttore creativo di tale bellezza che riesce a ricreare plasmando i metalli e assemblando pietre preziose. 

Nasce così una collezione di gioielli unica le cui forme stilizzate ricordano le linee dell’universo, la totalità degli elementi che lo compongono e dei fenomeni che in esso si manifestano, in un'armonia di colori, anch’essi ispirati alle stagioni ed alla natura che ci circonda. 

Kairos Gioielli è il nome che Martina ha scelto per il suo bio-mondo chic

Kairos nell'antica Grecia significava "momento giusto o opportuno" o "tempo di Dio" ed era considerato quel tempo di mezzo in cui può accadere qualcosa di speciale. 
Nel tempo di Kairos Gioielli la vera magia la compie Martina rendendo immortale , imprigionata in un materiale eterno, l’essenza della Natura

Com’è nata la tua passione? Da chi hai imparato la tua arte? 
Da quello che ricordo, fin da piccola ho sempre avuto una propensione per creare... non riuscivo a tenere ferme le mani. Complice sicuramente una buona manualità, ho provato praticamente ogni tipo di attività "handmade" e un giorno mi sono imbattuta nei gioielli. E' stato amore a prima vista!

Come tutti, ho iniziato per gradi, partendo dal semplice assemblaggio di componenti industriali, di perle e vetri acquistati in negozi specializzati. Poi ho scoperto il web e con esso mi si è aperto un mondo completamente diverso, ho visto la vera artigianalità e il mio primo pensiero è stato “voglio esserne capace anche io”. 

Ho iniziato a fare ricerche su internet, che è, ed è stato, la mia prima e unica fonte di nozioni tecniche, poiché non ho mai seguito un corso per imparare a creare gioielli; tutto quello che so l'ho appreso da autodidatta attraverso la ricerca e una buona dose di inventiva! 

Due anni fa mi sono imbattuta nel rame, un materiale che avevo sempre sottovalutato... sbagliando. Da quando ho capito le sue potenzialità, non l'ho più abbandonato. Da allora ho fatto grandi cambiamenti, sia nel modo di vedere l'artigianalità, sia nel mio modo di essere artigiana, ma senza queste preziose fonti di ispirazione, senza altre creative che hanno condiviso il loro sapere attraverso il web, dubito che sarei dove sono ora. 

Grazie anche ai miei studi in biologia, ho potuto integrare le mie due passioni, la Natura e la creazione di gioielli: infatti spesso ciò che realizzo ha uno spiccato approccio naturalistico, sia per le forme che per i colori. 

Ho ancora molto da imparare e da migliorare perché la ricerca in questo campo così vasto non ha mai una vera e propria conclusione. 

Come nasce un tuo prodotto? 
Non avendo mai fatto studi artistici, non ho le basi necessarie per progettare un gioiello come prevedono le “regole” dell'oreficeria... Infatti difficilmente realizzo prima su carta ciò che ho in mente; al massimo qualche annotazione, sopratutto ispirazioni che ho avuto guardandomi intorno. Una forma, un colore, un movimento... tutto può tradursi in un gioiello. 
Poi, semplicemente, mi metto al mio tavolo da lavoro e inizio a creare, lasciandomi trasportare, senza schemi precisi in mente e senza restrizioni... libera di fare ciò che voglio. 

Quali sono i tuoi progetti futuri? Qual è il tuo sogno nel cassetto? 
Nel futuro più immediato ho intenzione di laurearmi in Scienze Biologiche, perché sono convinta che sia importante avere una base solida a cui aggrapparsi, per ogni evenienza. Ma ciò che vorrei di più, si potrebbe tranquillamente definire il mio sogno nel cassetto, sarebbe quello di vivere facendo ciò che amo, ossia creare. In fondo, però, è il sogno di qualunque artigiano in erba, quello di aprire un'attività nell'ambito creativo che gli è più congeniale, ed essere libero di vivere il proprio “essere creativo” a 360°. 

Dove può trovarti chi desidera un tuo prodotto? 
Come capita spesso a chi ha questa passione, il primo modo per farsi conoscere è attraverso il web, e io non faccio di sicuro eccezione! 
Ho aperto un blog tre anni fa e una pagina su Facebook, mentre per quanto riguarda la vendita mi sono appoggiata, solo recentemente, ad un sito di artigianato molto conosciuto, Etsy, aprendo il mio negozio online “ufficiale”. Qualche volta riesco anche a partecipare a mercatini o eventi nella mia zona (in Piemonte), ma è comunque una cosa saltuaria... per ora è molto più semplice lavorare attraverso internet! 
Facebook fanpage: Kairòs Gioielli 


2 commenti:

  1. Grazie mille Silvia!
    E' stato davvero un piacere poter fare questa intervista con te!

    RispondiElimina
  2. Il piacere è tutto mio! E Lights on oggi è un po' più bello anche grazie alle tue creazioni!

    RispondiElimina

Subscribe

È un'illusione che le foto si facciano con la macchina.... si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. - Henri Cartier-Bresson -

Co-Hive

LIONS HOME

Instagram

Instagram